Il consiglio direttivo

Mi chiamo Rosaria Dall’argine e, oltre che Presidente di Liberi di Volare, posso dire di essere felicemente pensionata. Purtroppo il tempo non si ferma ed ora ho 67 anni. Ho due lauree ed ho insegnato per una piccola parte della mia carriera. Il mio lavoro di insegnante si è svolto per lunghi periodi presso il Don Gnocchi a Parma e lì ho iniziato a crescere con ragazzi speciali. La nascita di un figlio “speciale” mi ha poi costretto ad abbandonare l’insegnamento per una carriera molto più tranquilla e anonima. Ho due figli che amo entrambi. Avere al fianco un figlio “speciale”  è per me un privilegio. Il mio uomo di 32 anni  mi ha insegnato e continua ad insegnarmi tantissimo sulla vita. I miei hobby sono pochi e abbastanza adeguati ad una vecchierella: leggo moltissimo, ricamo e faccio volontariato, ormai da una vita. E’ mio figlio che mi movimenta la vita: mi costringe a frequentare ambienti e luoghi non proprio adatti alla mia età (concerti, viaggi etc). Sono felice di tutto ciò e spero di continuare a camminare insieme a tantissimi ragazzi speciali che fanno parte dell’Associazione Liberi di Volare, che ho l’onore di presiedere.


Mi chiamo Claudio Tedoldi, sono un pensionato di 78 anni, ho lavorato nel settore bancario prima come dipendente e poi come consulente finanziario. Il mio hobby da tanti anni è la pittura. La maggior parte del mio tempo libero la dedico però a mio figlio Tiziano e all’Associazione Liberi di Volare, dove svolgo il ruolo di consulente e contabile.


Ciao, mi chiamo Vanna Robuscni, faccio parte del consiglio direttivo dell’associazione, lavoro in agenzia regionale per la sicurezza del territorio e la protezione civile. Il mio hobby è il canto corale polifonico.